Assemblee da remoto nel Terzo settore: pacchetto di semplificazioni

Il terzo settore è in fermento grazie a una nuova legge che permette a tutte le associazioni di svolgere le loro assemblee elettive e prendere decisioni fondamentali anche con modalità telematiche. Questa novità, attesa da molti, rappresenta un passo avanti significativo verso la modernizzazione e la trasparenza delle attività associative.

Assemblee da remoto nel Terzo Settore: una nuova era

In una recente intervista, l’avvocato Paolo Rendina – specializzato nel no-profit e nelle associazioni e federazioni sportive, nonché socio di Consulenti dello Sport e del Terzo Settore – ha approfondito queste nuove possibilità per gli enti del Terzo Settore. Rendina ha spiegato che ora, grazie all’approvazione del pacchetto semplificazioni, gli associati possono partecipare alle assemblee e votare tramite mezzi di telecomunicazione, a meno che gli statuti non lo vietino espressamente. Questo è particolarmente utile per le associazioni con membri sparsi in diverse aree geografiche, permettendo una partecipazione più inclusiva.

Oltre alla partecipazione e all’inclusività, le assemblee online offrono numerosi altri vantaggi. Ad esempio, l’automazione di tutte le procedure di voto, dalla fase di convocazione alla registrazione del verbale, rappresenta un significativo passo avanti. La possibilità di automatizzare queste operazioni riduce gli errori e le omissioni che spesso si verificano quando i verbali sono redatti manualmente. Inoltre, la capacità di archiviare digitalmente tutti i documenti relativi alle assemblee snellisce il processo amministrativo, fornendo uno schedario online facilmente accessibile e ben organizzato. Questo è particolarmente utile per le associazioni, che vogliono migliorare l’efficienza e la trasparenza dei lavori assembleari.

Assemblee da remoto nel terzo settore: pacchetto semplificazioni

Il mondo sportivo non è escluso

Anche le associazioni e federazioni sportive stanno beneficiando di queste novità. Con le recenti modifiche statutarie richieste per la riforma dello sport, molte realtà associative hanno già inserito la possibilità di svolgere votazioni e assemblee online. Questo facilita l’organizzazione e garantisce che le decisioni siano prese nel rispetto delle regole di legalità, trasparenza e democraticità.

Assemblee con il voto online, anche in presenza

Un altro punto importante trattato nella video intervista è che l’utilizzo di piattaforme di voto online (o via internet) non esclude la partecipazione in presenza. Anzi, può rendere il processo di votazione ancora più semplice ed efficiente, soprattutto quando ci sono molti partecipanti, diversi punti su cui votare e l’assemblea dura diverse ore. Questo strumento, quindi, non solo modernizza, ma semplifica notevolmente l’intero processo decisionale.

Importanti modifiche normative: il pacchetto semplificazioni

In questi giorni è stato approvato il pacchetto semplificazioni per il terzo settore, che ha introdotto importanti modifiche coinvolgendo diversi ambiti, tra cui lo svolgimento delle assemblee online. In particolare, l’articolo 24 del Codice del Terzo Settore (CTS) è stato modificato per permettere lo svolgimento delle assemblee mediante mezzi di telecomunicazione, salvo divieto espresso nell’atto costitutivo o nello statuto. La recente modifica normativa consente quindi a tutte le organizzazioni del terzo settore di adottare modalità di voto online e di partecipazione telematica, garantendo flessibilità e democraticità senza precedenti.


In conclusione, queste nuove regole rappresentano un’opportunità straordinaria per tutte le associazioni del terzo settore e sportive. Le modalità operative ora concesse, come l’utilizzo appunto di piattaforme di voto telematico, permettono di essere più flessibili e trasparenti, con la garanzia di un efficientamento dei lavori assembleari e con la certezza che tutti i membri di queste organizzazioni possano partecipare attivamente alla vita associativa.